Per chi è in cerca di lavoro

  1. Organizza la ricerca

  2. Crea un curriculum vitae

  3. Predisponi una lettera di presentazione al curriculum vitae

  4. Preparati al colloquio di selezione

 

1. Organizza la ricerca

Prima di individuare le imprese presso cui candidarti, stabilisci:

  1. l’obiettivo che vuoi raggiungere

  2. le risorse necessarie anche in termini di formazione (in Italia migliaia di posti di lavoro sono scoperti per mancanza di profili adeguati)

Troverai un supporto utile nella ricerca di un’occupazione presso gli sportelli che erogano servizi per l’impiego, che sono organizzati in Italia secondo un modello di cooperazione tra parte pubblica (Centri per l'impiego - Cpi) e privata (Agenzie per il lavoro). Cerca lo sportello pubblico o privato, più vicino a te.

L'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (Anpal) favorisce l'incontro tra le offerte di lavoro delle aziende e la domanda di occupazione dei lavoratori.  Sulla homepage del sito Anpal  puoi

  • ricercare un'offerta di lavoro in base a diversi criteri di indagine nell'area Cerca lavoro in Italia

  • accedere al portale Eures per la mobilità transnazionale nell'area Cerca lavoro in Europa. Puoi conoscere i servizi offerti dalla Rete italiana degli Eures Adviser per aiutarti a cercare un lavoro in un Paese dell'Unione Europea

Puoi approfondire le tematiche relative alla ricerca di un lavoro utilizzando il Blog di Click lavoro.

 

2. Crea un curriculum vitae

  • chiaro

  • personalizzato

  • in grado di evidenziare:

    • i punti forti in relazione al lavoro che intendi ottenere

    • i titoli di studio

    • le competenze linguistiche, informatiche, tecniche, relazionali (capacità di interagire con le persone), organizzative (capacità di gestire e coordinare un gruppo di persone; attitudine a lavorare in staff)

    • le esperienze pregresse comprensive di eventuali traguardi raggiunti in campo lavorativo. Dovrai specificare:

      • il periodo

      • il nome dell’azienda o ente

      • il settore in cui lavora l’azienda

      • il tipo di mansione e le attività svolte

Un esempio di curriculum particolarmente richiesto è il curriculum vitae europeo. Esso offre un modello unico e standardizzato in grado di illustrare competenze ed esperienze senza limitazioni di confine. La compilazione del curriculum vitae europeo può essere effettuata direttamente online dal sito ufficiale Europass  dove si possono scaricare i modelli aggiornati.

Sul sito Europass trovi le informazioni relative a:

- documenti in autocompilazione:

  • curriculum vitae: ti aiuta a presentare le tue competenze e qualifiche in modo chiaro ed efficace. Puoi creare il tuo CV online, utilizzando tutorial o scaricando il modello, gli esempi e le istruzioni

  • passaporto delle lingue: è uno strumento di autovalutazione delle competenze e delle qualifiche linguistiche. Puoi creare il tuo passaporto delle lingue online, utilizzando tutorial o scaricando il modello, gli esempi e le istruzioni

- documenti rilasciati da enti di istruzione e formazione:

  • Europass Mobilità: registra le conoscenze e le competenze acquisite in un altro paese europeo

  • supplemento al certificato: descrive le conoscenze e le competenze acquisite dai possessori di certificati d'istruzione e formazione professionale. Questo documento completa le informazioni comprese nel certificato ufficiale, agevolandone la comprensione, specie all'estero

  • supplemento al diploma: descrive le conoscenze e le competenze acquisite dai possessori di titoli d'istruzione superiore. Questo documento completa le informazioni comprese nel diploma ufficiale, agevolandone la comprensione, specie all'estero

Ricordati, inoltre, che l'Anpal favorisce l'incontro tra le offerte di lavoro delle aziende e la domanda di occupazione dei lavoratori.  Puoi inserire il tuo curriculum vitae sul portale Anpal . In questo modo il tuo profilo sarà consultabile dai datori di lavoro che cercano personale.

Per l’ordinamento giuridico italiano, alla fine del curriculum vitae, devi dare il tuo consenso al trattamento dei dati personali, ivi compresi i dati sensibili, ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 e dell'art. 13 GDPR Regolamento UE 2016/679 e devi inserire la tua firma sotto la relativa dichiarazione.

3. Predisponi una lettera di presentazione al curriculum vitae

Metti in evidenza

  • il perché ti interessa quello specifico posto di lavoro

  • le ragioni per cui l’azienda dovrebbe prendere in considerazione la tua candidatura (è bene introdurre i punti forti delineati nel curriculum purché attinenti al profilo richiesto)

Puoi concludere la lettera con una frase propositiva, volta a ottenere un appuntamento, con cui ti assumi l’iniziativa dell’incontro. Per esempio: “Prossimamente sarà mia cura telefonarvi per prenotare la data di un colloquio”.

 

4. Preparati al colloquio di selezione

Durante il colloquio dovrai:

  • dimostrare di possedere i requisiti richiesti evidenziandone i punti di forza

  • ascoltare con attenzione le domande che ti vengono poste

  • non dare risposte precipitose

  • porre domande pertinenti all’attività lavorativa e alle mansioni da svolgere

  • nel caso di colloquio di gruppo, dovrai far valere le tue idee senza prevaricare gli altri, comunicando il tuo punto di vista nel rispetto dei punti di vista altrui; dovrai dialogare con gli altri senza alcuna forma di pregiudizio, esponendo con calma e chiarezza le tue opinioni

  • non perdere di vista la comunicazione non verbale: mantieni il contatto visivo per non apparire insicuro o disinteressato; usa una stretta di mano ferma; non incrociare le braccia per non creare distanza tra te e l’interlocutore. Ricordati di sorridere. Il sorriso, purché sincero e mai forzato, genera in chi lo riceve la stessa risposta comportamentale e ha il potere di smorzare conflittualità

 

 

Aggiornato il 10 Lug 2018